S/H

Qualsiasi Cosa pur di non fare quello che dovrei fare.

Posted in Uncategorized by sarah on luglio 15, 2008

Il mio pomeriggio va avanti così: 10 minuti penso-faccio, 30-40 minuti perdo tempo; 8 minuti penso-faccio, 45-50 minuti perdo tempo, e via dicendo. Mi sono già guardata due episodi di Mad Men e un pezzo di Clerks, mi sono fatta lo scrub al viso, ho mangiato l’anguria, ho spiato più volte tutti i blog affezionati, e ora tocca all’aggiornamento del mio, di blog. Capite anche voi che questo post correva fortemente il rischio di trattare argomenti tipo “l’approccio alla ricrescita pilifera femminile fra una ceretta e l’altra” o “la ricerca infinita di un sandalo estivo comodo ma carino [intercambiabile con una borsa capiente, ma non dispersiva o una crema per li viso nutriente ma non grassa.]”, quindi siate consapevoli di quanto peggio di così poteva essere.

Quindi.

In questo turbinare di fuffeggiamenti in giro alla ricerca di ispirazione mi sono imbattuta in queste bestie qui:

Insomma, ho scoperto questa galleria fotografica di National Geographic con questi bagaglietti marini fosforescenti belli da impazzire. Ecco, se anche nella fauna marina esiste una sorta di ordine sociale, loro sicuro sono le super-checche spippone che organizzano feste orgiastiche per elités neo-post-avant-metropolitane alla ricerca dell’antidoto alle noiose trasgressioni mondane in altre più esotiche trasgressioni mondane. [in realtà sono esserini velenosissimi e fanno gli esibizionisti solo per tenere alla larga le altre bestie, che se poi se li mangiano ci rimangono secchi e fine dei giochi; però secondo me qualche zozzeria la fanno…cioè, dai, sono ermafroditi, lo sanno tutti che stile di vita hanno gli ermafroditi…insomma, mica per pregiudizio, io ne conosco tanti e ci esco sempre insieme, che guarda mi ci diverto troppo, ma proprio un casino, oh conoscono i p.r. di tutti i locali e ti fanno saltare sempre la fila, e poi gentilissimi guarda, stracarini, proprio dei tesori che se hai bisogno di parlare davvero, sensibilissimi…però insomma, si comportano in quel modo lì, è il loro modo di fare, mica si fanno problemi che uno ce l’ha fatto in un modo o in un altro, tanto loro se lo cambiano quando gli pare…ah, è la loro natura, un po’ come i neri che la danza ce l’hanno nel sangue…].

Poi accanto a questi accessori da rave marini, c’è il lato oscuro del mondo animale, ovvero una tenera bestiola brutta come la miseria e vergonosa coma la ca ndida, ovvero l’etrocefalo glabro [pene coi denti, per gli amici]. Lui:

[Vorrei mettere una foto di Evan Handler dopo quella del piccolo roditore fallico, però no, dai, mi ci sono affezionata a quell’uomo tutto rosa.]

Bene, fine della rubrica “bestie improbabili”, torno alle mie faccende.

6 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Eli said, on luglio 16, 2008 at 11:15 am

    okkei..pensavo che la natura nella creazione di flora e fauna fosse in un qualche modo anche un po’ esteta ( o estetista…), mentre la piccola lampada animale è mooolto carina, il fallico esserino tutto grinzoso non suscita quel senso di tenerezza e voglia di dargli tanti bacini che suscitano di solito i cuccioli—perchè è un cucciolo o la sua specie è fatta e finita così?…madre natura dovrebbe pensare la fatto che animali malvagi e più grossi possano prendere in giro esseri così piccoli e brutti..esisterà il bullismo anche nel mondo animale no?

  2. bebo @ work said, on luglio 16, 2008 at 2:05 pm

    Non solo esiste il bullismo in natura, ma esiste anche Emilio Fede.

    Gli animaletti marini (CHE CARIIIIINIIIIII) fluo sono sponsorizzati sicuramente da una qualche marca produttrice di peluche, se già non lo sono avvertite piri così che se ne compri uno e costruisca un acquario che ricrei le pressioni marine di qualche migliaio di metri sott’acqua così che noi potremo gioire della loro fluorescenza così che non avremo più bisogno di drogarci, bere alcolici e fumare sigarette così che avremo molti più soldi in tasca così da compraci anche noi un animaletto marino (CHE CARIIIIINOOOOO) e metterlo in un acquario appositamente studiato ed invitare tutti i nsotri amici e consocenti che ancora non hanno un animaletto marino (CHE CARIIIIIINOOOO) a vederlo e a sentirsi subito meglio in un’apoteosi orgiastica di wellness che i programmi di fitness sbiancheranno alla vista di questi animaletti shapeless.

    Torno a lavorare. W il federalismo!

  3. bebo @ work said, on luglio 16, 2008 at 2:10 pm

    Ma l’animaletto brutto discriminato per il suo aspetto avrà un sindacato che lo tuteli? O avrà qualche dote positiva? Magari è particolarmente nutriente, in fondi ci mangiamo maiali, daini, cervi, vacche, cinghiali, piccioni, polli, molluschi, pesci perchè non mangiarsi fritto e impanato pure lui?
    E poi perchè non friggere e impanare anche i suoi amici cool e fluo e mandare in culo la natura che c’arà mai da vantarsi sempre la natura con ste figate qui di olori e forme che voglio dire oh, siamo nel 2008, vi scrivo da una roba ingegnata dall’uomo e gli svedesi fanno sta cosa qui:
    http://www.frontdesign.se/sketchfurniture/
    ma sai che ti dico natura? Eh lo sai? Ntu’culo la natura!

  4. sarah said, on luglio 16, 2008 at 3:57 pm

    Patata cara, l’etrocefalo glabro non è un cucciolo, è proprio così, tutta-tutta la vita così, e non sa fare un cazzo di niente, è cieco, rosica e somiglia a un pene, tutta qui la sua esistenza. [sempre meglio di Emilio Fede, ovvio.]
    Bebo, che ridere.
    Comunque quei robi fluo se li dovrebbe comprare l’amico di piri, che poi è anche un po’ amico tuo credo, ma forse era più che altro amico di daniel, comunque chi cavolo si ricorda come si chiama…che poi perchè dovrei ricordarmelo, l’avrò visto due volte nella vita…, comuque quello che comprava gli stock di mini led e braccialetti al neon e li rivendeva fuori dal Cocoricò, ecco, quelli ci starebbero un casino come nuovo accessorio disco estate 2008, te ne prendi un 200 su e-bay a tipo 20 dollari, e li rivendi ad 1 euro l’uno, gran business!
    E il pene dentato sarà robe della natura, ma vuoi mettere questo:
    http://it.youtube.com/watch?v=yH8yuld4DUE

  5. sarah said, on luglio 16, 2008 at 4:00 pm

    [io rido troppo con quel trailer lì!]
    I think there might be something weird going on inside…

  6. Eli said, on luglio 16, 2008 at 6:42 pm

    una vagina ogm fa decisamnete ridere….
    oh e io che pensavo fosse solo in uno stadio iniziale quel coso …inutile anello della catena naturale..come Emilio Fede avete ragione!!
    Per me già lo mangiano impanato e fritto..forse in Cina o in Thailandia o ovunque mangino qualsiasi cosa che si muova…in Giappone dilaga la moda dei maiali cm animali di compagnia, tra poco forse, dilagherà la moda di sti bagagli con tanto di vestitini come Barbie e di collare con gli strass..


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: