S/H

Sarah meets Thomas Knoll.

Posted in Senza categoria by sarah on giugno 10, 2008

– Ciao Thomas, come va?

– Ciao Sarah, bè, insomma, tutto bene direi…te, tutto ok?

– più o meno…

– Ah, bè, guarda anche io…insomma ultimamente è un periodo un po’ così, sai con Julie [moglie di Thomas]…insomma sarà per il bambino, la sento un po’ distante e…

– Thomas, poche cazzate. Tu sai perchè sono qui.

– …Io?…No, giuro che… insomma, come posso saperlo…? Io veramente non sapevo neanche che tu esistessi…insomma questa cosa te la stai inventando tutta tu…capisci…?

– Stronzate Thomas. Tutte stronzate.

– No davvero…cioè io non sono neanche sposato…

– Veniamo al dunque Thomas. Io ho un problema, e so che tu lo sai.

– Eh?

– Non fare finta di niente, maledetto gnorri d’un nerd da quattro soldi.

– Io veramente guadagno piuttosto bene, sai..con la storia che sono uno dei creatori di Photoshop…

– Eccoci qui. Finalmente hai capito.

– …

– Io farò l’illustratrice, caro Thomas, capisci, l’illustratrice…e ogni tanto uso Photoshop…insomma sto cercando una dimensione estetica, ok? Un risultato diverso da quello che posso avere facendo le cose a mano, capisci?

– …più o meno…

– So che sai dove voglio arrivere, questo meschino tentativo di celare la tua perfetta consapevolezza delle lacune di Photoshop è patetico.

Comunque. Io uso il programma in maniera piuttosto complessa diciamo…nel senso che in un’unica illustrazione mi piace unire diversi effetti, ok?

– ok…

– E sai cosa mi piace un casino, ma veramente un casino, caro Thomas?

-…cosa?

– A ME PIACE UN CASINO LA PENNA DI ILLUSTRATOR, QUELLA CHE TI PERMETTE DI DARE AL TRACCIATO TUTTI GLI EFFETTI CHE TI PASSANO PER LA TESTA, DALLA GRAFITE, ALLA PENNELLATA, ALL’EFFETTO CODA DI GATTO IMBEVUTA DI CHINA, CARISSIMO IL MIO THOMAS KNOLL! MI PIACE VERAMENTE UN CASINO QUELLA COSA LI’!

– …ah…credo di capire quello che intendi…

– lo credo anch’io, Thomas. Insomma, cosa ti costerebbe mettere una penna decente anche in Photoshop? Capisci, io adesso devo lavorare a metà fra due programmi, ed esportare tutto, è uno sbattimento inutile Thomas…

– …io lo so…ma cerca di capire anche tu, non possiamo, semplicemente no. I due programmi devono avere funzionalità sostanzialmente diverse, non si può fare quello che chiedi.

– Ma Thomas! Capisci che io odio Illustrator! E’ limitante, è strutturato, è…arrivi a un certo punto che non ci puoi fare più niente e…Se solo quella penna fosse anche in Photoshop io potrei lasciare Illustrator ai grafici senza talento…

– Ma Sarah, è questo il punto. Tu DEVI avere bisogno di entrambe i programmi, perchè magari se ti rendi conto che ti basta Photoshop ti passa per la testa di acquistare solo quello, invece che tutta la suite. E questo non deve succedere, Sarah.

– Ma io no! Io voglio semplicemente snellire il mio lavoro!

– Non credo, sai. In compenso in Phototshop CS4 ci saranno molte novità utilissime per i fotografi.

– Fanculo Thomas.

– E per CS5 abbiamo intenzione di acquistare Auto Cad, ed innovare Photoshop in modo che sia utile anche per i progetti di architettura.

– ….

– E per CS6 pensavamo di rendere il software capace di elaborare ricette virtuali e fare uscire le pietanze reali dal lettore cd/dvd.

– Ah! Il Mac Book Air non ce l’ha il lettore!

– Il Mac Book Air è una stronzata. CS7 invece sarà in grado di creare un ologramma che ti pulisce casa.

– …

– Per CS8 si pensa di acquistare Dio.

– Dio?

– Dio. Siamo già in trattative con Roma, la cosa si sta rivelando più difficile di quanto pensavamo, ma per CS8 dovremmo aver raggiunto il risultato.

– E che estensione avranno i fle Dio?

– .god

– Ah. E niente penna di Illustrator?

– No, quella no.

[Un affettuoso “Ah-Ah!” a tutti quelli che hanno comprato il primo iPhone.]

Una Risposta

Subscribe to comments with RSS.

  1. bebo said, on giugno 10, 2008 at 1:57 pm

    A Thomas Knoll ho sempre preferito il miticisissimo (vado a memoria ma tanto ci si capisce) Seetharaman Narayanan, che sarà un indiano\afgano\paesemoltopopoloso che ha genitori immigrati americani e lui è supernerd laureato al MIT. Lo stimo tantissimo.

    Comunque dovresti cercare qualche sviluppatore di photoshop perchè secondo me è come per Ableton Live il cui “capo dello sviluppo” è Robert Henke, che è poi uno dei Monolake che sono poi una delle formazioni cardine del nuovo suono techno da 15 anni a questa parte. Cioè, tu usi un programma per suonare che è stato sviluppato come lo vorrebbe (tanto è un tecnico informatico, lui) una delle menti più geniali dell’ambiente. Già questo pone avanti uno zillione di anni Live rispetto a tutti. Poi ha una timeline che sembra ideata da uno gnù, però uno fa finta di niente.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: