S/H

Essere meno di Niente e non saperlo.

Posted in Senza categoria by sarah on maggio 18, 2008

Ciò che più mi manca di Bebo è l’astio violento e gratuito verso gi alternative/indie/hipster.

Io, che quel giro lì ormai non lo posso più evitare (Milano-IED…nel senso…), a volte penso proprio di non reggerla più tutta quella spocchia, tutti quei cretini piccoli così che vivono delle loro cazzate originali piccole così, in un mondo inutilmente colorato e accesoriato che non sa di un cazzo di niente, che non serve a un cazzo di niente, che tutti si pensano dio, e invece sono solo ignorantelli magri.

Non scherzo. E se sembro una stronzetta acida è solo perchè io ci sto in mezzo tutti i giorni a quella gente lì, e se per esigenze sociali a certe cose mi sono arresa, il mio pensiero a riguardo non è cambiao di una virgola, anzi, col passare del tempo il fastidio si accentua e la voglia di mandare a fanculo uno solo perchè indossa i ray-ban wayfarer diventa quasi incontrollabile. Ecco, un anno fa questo post avrebbe potuto essere sarcastico e divertente, ma oggi, che ce li ho tutti intorno-sempre, il bisogno di esprimere il mio disprezzo si è fatto davvero impellente, quindi se esagero pazienza, mi stanno sul cazzo e lo devo dire.

E quindi, dicevo, anche se l’astio di Bebo ormai riesco a viverlo poco, lui non manca di segnalarmi di tanto in tanto cose su quel mondo lì che lo descrivono e lo smontano, e quindi mi appagano. Una volta fu per diedlastnight, che anche nonsischerzapiù ne aveva parlato, ‘sto giro invece è un un post di 7yearwinter che è cosa buona e giusta.

E comunque deve essere chiaro che io non ce l’ho con quelli così, per l’aria che tira, io li disprezzo perchè non sanno niente, sono ignoranti come piante grasse e di una pigrizia cerebrale inaffrontabile. Si, si, tutti.

Tagged with: , , ,

8 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. bebo said, on maggio 18, 2008 at 7:59 pm

    Che è un po’ come “quelli di sinistra” che stanno a bologna, la parte della barricata non è neanche opposta, stanno solo girati in un’angolatura differente, l’appartenenza non è veicolata dal contenuto ma dalla sua forma. A me non dispiace, ci vivo anche di queste cose, ed è anche stupido stupirsene.

    Però arrabbiarsi contro il brutto non è mai stupido, e cristosanto, certe cose trascendono il semplice concetto di brutto.

  2. andreamari said, on maggio 18, 2008 at 10:11 pm

    Altrochè se vale la pena di incazzarsi, io ho avuto a che fare con tizi del genere per cinque anni alle superiori. Che fossero quelli “di sinistra”, i punk-indie-dark-fintidepressi-echipiùnehapiùnemetta, gli artistoidi o i falsi filosofi o comunque li si voglia chiamare, erano tutti uniti da due caratteristiche fondamentali, che sono poi quelle di cui parlavi: una spocchia infinita e una mediocrità intellettuale altrettanto pronunciata (quelli che ho conosciuto io erano, ad essere gentili, ottusi, pieni di pregiudizi e diciamo pure farciti di ideologie da due soldi), e tanto per completare il quadro un’atteggiamento da dei in terra tanto insopportabile quanto ingiustificato. Continuo a chiedermi come si possa andare d’accordo con gente simile: magari è anche possibile, ma richiede una capacità di sopportazione che io non possiedo. D’accordo su tutta la linea, dunque, tranne che per un particolare: non so, a me i wayfarer piacciono…

  3. sarah said, on maggio 18, 2008 at 11:09 pm

    I wayfarer sono un bell’oggetto, checcazzo. non è nei wayfarer il problema.
    Comunque davvero, a me non è che mi girano per una questione estetica, che alla fine puoi far quel che vuoi, e magari uno vede camminare me per Milano certi giorni e pensa che pure sono lì a fare l’alternativa con la borsa gigante gli stivali viola, una mega-maglietta e lo sciallino comprato da H&M, non so, può essere, ci sono pure io lì in mezzo alla fine.
    A me stanno sulle palle una serie di cose pratiche, che vedo tutti i giorni, tipo che sono tutti illustratori straordinari che fanno questo-quello e quell’alro, poi vedi i lavori e bho…sarà….se ci credono loro…
    E poi io non tollero l’indifferenza verso l’attualità, è un attegiamento che per me non esiste, che non ce la faccio proprio a rispettarti se non ti rendi conto che tu nella tua Milano del menga sei un nulla, che tutti sono un nulla, che ci sono delle cose intorno, fuori, che sono importanti, che dovresti essere curioso, non so…e invece non ti frega un cazzo, e se io dico Almadinejhad e tu mi chiedi chi è, allora mi arrendo. Cioè, puoi sapere tutto quello che vuoi su divani a forma di pera, edifici sghembi, e galleristi snob, ma se non sai chi è Almadinejhad (che OVVIAMENTE è un nome a caso di uno di cui si parla piuttosto spesso, e che se non altro ha il pregio di riuscire a far prendere posizione anche ai meno propensi) non sei un cazzo, sei un poveretto che pensa che il mondo sia tutto lì, negli agglomerati costosi di quelche fighetto cretino come te.
    E non conti niente.
    E ti credi dio.
    Ma non lo sei.
    E non lo sei non perchè non ti leggi una articolo neanche per sbaglio (no, quello è il motivo per cui sei un cretino ignorante), non lo sei perchè i tuoi lavori sono mediocri. Pergiunta.

  4. andreamari said, on maggio 18, 2008 at 11:39 pm

    Se non sbaglio ne parlavamo l’ultima volta che ci siam visti a Bologna, del fatto che c’è gente che ancora un po’ nemmeno sa cosa succede a casa sua, e direi che siamo sulla stessa lunghezza d’onda, fortunatamente. Comunque, per quanto possa sembrare una banalità (anzi, diciamo pure che lo è): ma perchè certa gente obiettivamente mediocre deve tirarsela tanto? Capirei se fossero degli artisti di valore, ma fare i superiori così, agratis, boh?…Da parte mia cerco di consolarmi pensando che finchè ci sono questi almeno ho qualcuno su cui riversare il mio disprezzo: magra consolazione (pure un po’ meschina), ma insomma meglio di niente.
    L’accenno ai wayfarer ci stava giusto per alleggerire un attimo: qui fra tutti e tre ci siamo andati giù talmente pesanti (e con ragione), che se uno di quelli passa di qui per caso potrebbe per un attimo pensare al suicidio. Invece poi legge “mi piacciono i wayfarer” e a quel punto si convince che in fondo c’è almeno un motivo per continuare a vivere. E mo’ me ne vado a letto: buonanotte.Pergiunta (e anche un po’ cribbio!, come direbbe un nostro comune amico).

  5. ceci said, on maggio 19, 2008 at 12:41 pm

    “non lo sei perchè i tuoi lavori sono mediocri. Pergiunta.”

    ahbhuabhabuabhaubahuabu deduco che anche lo IED è stato contagiato dalla macchia di colore, ironia e dubbio gusto degli Hipster.
    Mi hai rubato l’idea, perché volevo scriverlo io un post, anche se poi magari lo faccio, due opinioni sono sempre meglio di una sola!
    Io spero solamente nella vacuità del movimento, una corrente appoggiata da persone talmente sterili e povere che non riescano a portare avanti le loro stupide abitudini per più di un altro paio di mesi. Magari dopo la fine dell’estate.
    C’è gente che passa la settimana nei grandi magazzini a comprarsi robe abbastanza fosforescenti (o scarpe abbastanza ridicole) da catturare l’attenzione di qualcuno con una costosissima macchina fotografica che li faccia apparire in diedlastnight.
    Che poi diciamocelo, i Klaxons non hanno inventato niente di nuovo, ma proprio niente. E nemmeno i Justice se vogliamo dirla tutta.
    Hanno inventato solo una pericolosa dipendenza alla lotta a chi ha la maglietta più hipster.

  6. sarah said, on maggio 20, 2008 at 8:03 pm

    secondo me ceci questi ce li portiamo dietro ancora per un bel po’…
    comunque, cos’è che sono quegli avatar lì tutti geometrici che avete tutti?

  7. andreamari said, on maggio 20, 2008 at 10:24 pm

    Non lo so, è saltato fuori così da un giorno all’altro…finchè decide di restare lo tengo, poi vedrò

  8. b.e.b.o. said, on maggio 21, 2008 at 11:55 am

    Si possono decidere una serie di temi per gli avatar (tra cui -per esempio eh- gli animaletti!) di chi non è iscritto (è nella gestione del blog e tralatramente anche spiegato nelle ultime news del blog di sviluppo dei nerd powered by wordpress)


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: