S/H

Scelte da Uomo moderno.

Posted in Senza categoria by sarah on dicembre 27, 2007

Ci tengo a farvi presente, nel caso vi fosse sfuggito, che in allegato al numero di Man’s Health in edicola potete avere il berretto Audace al modico sovrapprezzo di 4,90 euri, oppure, attenzione che questa è l’offertona Natale 2007, il calendario di Nina Moric a soli 2 euri!

Ma porcavacca che tristezza.

Tagged with: ,

Buon Natale! il Blog chiude. no, non è vero. C’è l’Avvocatessa sexy!

Posted in Senza categoria by sarah on dicembre 23, 2007

A me non mi piace di allungae la broda. Proprio è una roba che non mi si addice. Delle due mi capita più facilmente di chiudere le cose con troppa fretta, con tanto affanno di passare oltre da tralasciare le spiegazioni e le riflessioni necessarie. Sono secca e taciturna quando decido che basta. Questo lo dico non per raccontarvi di quella volta che scappai nella notte da una stanza d’albergo a Nairobi lasciandomi dietro le spalle il cuore in frantumi di un uomo che mi-amava-da-morire-mi. No, avercene di storie così [riflessioni su vecchi vagheggi abbandonati: dilla la verità adesso, tutte la cosa del “pensa che lavoro stimolante la reporter di guerra, pensa a qaunto è importante un lavoro così…” tutti quei discorsi che “la Fallaci comunque domina e voi non ci avete mai capito un cazzo”, in realtà a te t’intrigava ‘sta idea della reporter per poter poi un giorno scrivere romanzetti Harmony autobiografici farciti di sudore intellettuale e polvere da sparo, volevi fare della lotta contro la secchezza vaginale la tua missione, quello volevi. – Ebbene sì.]. Insomma tutto ‘sto preambolo perchè mi ritrovo per le mani un blog che non sto gestendo, e che quindi forse dovrei chiudere, ma che comunque voglio poter usare a mio piacimento ogni volta che mi sento di farci qualcosa. C’è anche da dire che non sono più so-into la blogosfera come una volta, l’unico blog che ancora leggo con dedizione seguendo spesso anche i bla bla bla dei commenti è freddynietzsche, gli altri ormai li sleggiucchio veloce e via, niente affetto per gli altri. Quindi adesso faccio una cosa che non è da me: chiudo per finta il blog, così mi scrollo di dosso la responsabilità di scrivere a cadenza regolare, ma mi riservo la possibilità di pubblicare qualcosa se mai un giorno me ne venisse voglia. Che sono poi l’unica a mettersi tutti ‘sti problemi, che mi vengono i sensi di colpa e mi metto a fare le dichiarazioni d’intenti, gli altri fanno come gli va e basta…vabbè, comunque adesso sapete come stanno le cose.

E comunque ci tengo a sottolineare che io AMO SMODATAMENTE IL NATALE, in tutta la sua tamarrezza folkloristica, con tutte le lucine e tutto rosso-rosso, amo il consumismo natalizio, il brulicare di bancote che girano, i regali e rompermi le palle in casa, e Fantaghirò, e i film natalizi, e le famiglie felici e tutto. Io lo cazzo amo di brutto il Natale! E poi c’è quella cosa che le lucine gialle mi rendono felice, proprio che si accendono e io sbrilluccico tutta, ci impazzisco per le lucine. Quindi auguro a tutti un felice Natale tamarro, pieno di tutte quelle solite cose che già sapete.

E c’è Ally McBeal!

Poche Cose con poco Amore.

Posted in Senza categoria by sarah on dicembre 3, 2007

…che poi, tutto sommato, cioè, lo sciopero, figata…!

Uno dice: – figurati, gran incasinamento nei giorni normali, che c’è sempre un coglione che ha forzato le porte, o l’incidente causato dal suicidio di un piccione intristitio, pensa oggi che potrà succedere. – [e poi – e poi: hai visto il TG?! Eh, eh, hai sentito cosa ha detto il TG?! E’ l’Armageddon! si-si te lo dico io!! Scappa finchè puoi!!]

E’ che io venerdì sono tornata a Bologna, e avevo i tempi strettissimi: alle 3 finivo allo IED, alle 4 avevo il treno (in mezzo: arrivare a Bologna, andare a casa, lasciare la roba), alle 8 avevo la serata “Eli laureata! ehhheheh!” al Sesto Senso. Venerdì c’era pure sciopero: paura – scompiglio – speranze che evaporano – minuti che passano. E invece neanche un po’, mai andata così liscia come venerdì, autobus, treni, ancora e ancora autobus: tutto regolare – preciso – impeccabile.

– Quando decidono di proporre un’immagine meno ieratica, più vicina a no’ altri, e ci riescono. –

Sembra proprio uno simpatico:

Si, perchè io la mattina sul tram mi vedo il faccione scanzonato del Dalai Lama e mi viene in mente Steve Sanders sobrio più no che si, che si intrattiene a bordo piscina con 4 bionde-toniche in bikini fluo, lanciando intanto spassose gag all’amico Brandon sdraiato a rosolare con cocktail arancione a base di vodka, mentre David spippa. Ed è bello così. Basta con questa cosa dell’uomo religioso proposto come un santino animato. Basta, basta, basta. Anche il Dalai Lama sorride!

[Giusto per rendervi partecipi – tutto in meno di 24 ore: ho lasciato il cellulare a Bologna, quindi sono senza contatti, senza orologi, senza sveglia, senza-senza; mi si è rotto il vasetto di acrilico giallo in borsa; il 29 e il 15 hanno deciso che per un po’ non passavano, quindi ho aspettato, mi sono incazzata, sono andata a piedi – per due volte; mi sono storta la caviglia sinistra e ci ho camminato sopra tutto il pomeriggio; stasera in tram uno ha tentato di aprirmi la borsa (ci sono rimasta d merda, per la cronaca). Basta direi. Eh vabbè.].

Tagged with: , ,