S/H

MURATO!

Posted in Senza categoria by sarah on luglio 24, 2007

visi-stretti.jpg

Era un po’ che volevo farlo, poi ci si scorda, e poi le foto sembra non rendano mai abbastanza bene quello che hai davanti agli occhi, e ancora poi ogni tanto hai voglia di scrivere più che di pubblicare disegni…però s’ha da fare un post per il mio muro.

murocentrale.jpg

Che è più o meno lui…più o meno nel senso che la foto non lo prende tutto e non è neanche un gran chè, però adesso vedo di illustrarvelo a modino…

Un annetto fa mi è venuta la bella idea di disegnare una parete della mia stanza. Precisiamo, io non è che volevo il muro disegnato, io volevo disegnare il muro. E’ importante, sono due cose diverse. Ora, se volete un consiglio, non disegnatevi i muri della casa. Oppure, se proprio proprio non riuscite a trattenervi, andate a pastrocchiare nelle stanze dove fate cose che non richiedono troppa concentrazione, tipo il bagno, o lo sgabuzzino…perchè poi diventa difficile, appena alzi lo sguardo dal libro ti ritrovi il muro davanti con tutte le sue cosine sceme e carine, e mica te ne accorgi, cominci a rigirartelo avanti e indietro, e in su e in giù e…che stavi facendo prima? Poi, sì, dopo un po’ ci fai l’abitudine, però distrae, c’è poco da fare.

Spiegazione: ad un rpimo sguardo vi sembrerà tutto un ammasso di disegnetti confusi, e un po’ lo è. Ma anche un po’ no, ci sono cose che un senso ce l’hanno…faccio vedere:

panda-serie.jpg

Innanzitutto la tipina nell’angolo sinistro sono IO, io un po’ bimbetta con le scarpe di mamma [se mia mamma fosse Minnie]..e infatti ho la matita in mano, ti guardo dicendoti “ciao, benvenuto!”, e tengo il pescione robotico con lo specchio…lo SPECCHIO è importante: quello è un originale Billdal Ikea e permette a te, mio osservatore, di fare parte del disegno! Tu ti ci metti daventi e sei là dentro, così io ti rubo l’anima e ci faccio perline da bigiotteria rivendibile al mercatino delle pulci…no, dai, non te la rubo l’anima, ti prendo solo in prestito per un po’…[fra l’altro l’unico che è arrivato a fare spontaneamente questo ragionamento – il fatto di inserire la realtà nel disegno attraverso il riflesso – è stato il mio cuginetto…gli adulti non ci arrivano subito, bisogna spiegarglielo un po’…].

Poi, il PANDA, il panda è spudoratamente Genma Saotome, un po’ perchè ho voluto rendere omaggio a uno degli anime più importanti della mia vita [Ranma 1/2 per chi non frequenta], e un po’ perchè penso che con quello sia stato raggiunto il punto più alto nella rappresentazione di un panda…giuro, è il panda perfetto secondo me, il panda più pandoso di tutti! Buffo e coccoloso al punto giusto, assolutamente non potrei fare di meglio! Poi, saliamo…

muroviolino.jpg

C’è la LUNA di FORMAGGIO, e da uno dei buchi del formaggio sbuca [dai buchi si sbuca…eh…] la coppia di musicanti che fa la serenata ai due innamorati di cui parliamo dopo…quando sono andata a disegnare questo mi sono resa conto che non avevo un’idea precisa di com’è fatto un violino, insomma, non tanto precisa da riprodurlo…bho, a volte uno crede di saper come sono le cose, e invece non è così…vabbè [no, va be’]…poi c’è il TOPINO, che non si nota subito ma è il più figo di tutti, lui è contento a armato di posate perchè la luna è di formaggio e, si sa, la principale attività dei topi è la caccia al formaggio accompagnata da umiliazione di gatto impacciato, poi a volte si danno anche alla corsa veloce nell’America Latina, o all’addestramento di tartarughe nervolute, ma sono tutte attività secondarie…Adesso passiamo dall’altra parte…

ballerina-serie.jpg

La scena della BALLERINA…spiego: c’è una ballerina seduta parecchio triste, poi c’è un paio di scarpe appese al chiodo [veeecchie CONVERSE], poi c’è una CAROTA sul ginocchio della ballerina che pensa ad un verso di una canzone di Lesley Gore…funziona così: la ballerina ha dovuto appendere le scarpe al chiodo – che significa rinunciare a qualcosa che si ama… – e le guarda con angoscia, e la carotina empatica pensa “you would cry too, if it happened to you”…poi va be’ [sto imparando…], le scarpe non sono proprio ballerine, sono Converse reciclate e diventate porta-rose secche…ma voi dovete pensare all’intreccio, mica stare a fare i puntigliosi…ah, poi le scarpe pendono dal lobo del FACCIONE, quindi possono anche essere interpretate come un orecchino un po’ ingombrante volendo…

murokitty.jpg

Il MICETTO, che fra l’altro nella foto generale non si vede neanche…il micetto gioca con le rose nelle scarpe, e intanto ha uno stuolo di FATINE che lo sistemano, più una fatina che si prostituisce…

muroalcentro.jpg

La scena centrale: al centro ci sono i due INNAMORATI: lei sulla luna che pesca in una tazza di caffè, e lui in piedi un po’ stropicciato che guarda e basta. Un amore illuminato da lucine a intermittenza, perchè le stelle sono finte e la luna è di formaggio…però c’è il rebus! Il rebus più semplice al mondo in realtà, niente di particolarmente originale: pesca…canna da pesca…AMO + lui ha la corona…RE = AMORE…valanghe di miele che cola!

Poi…poi basta, il resto è tutto un po’ random, un po’ – ho questo spazio, cosa ci posso fare, come lo posso costruire? – Ovvio che anche il mobile sul quale “poggia” il disegno fa parte della rappresentazione, è tutto strutturato tenendo conto di quello…Bè, fine direi.

murotivi.jpg

6 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. marghe said, on luglio 24, 2007 at 3:12 pm

    io lo amo proprio tanto il tuo muro.

  2. sarah said, on luglio 24, 2007 at 6:03 pm

    E io amo sentirmelo dire! [ma quandi i problemi con splinder persistono? ma hai perso anche tutti i tuoi contenuti? ma non si doveva fare una cena con daniele e compagnia bella??…vabbè sarà per settembre…]

  3. marghe said, on luglio 25, 2007 at 4:08 pm

    la mia vita circola in un paradosso, ora. con splinder riprenderò un giorno.
    infatti si farà a settembre la nostra cena…è che quel venerdì tu eri a milano e io avevo caldo e me ne volevo tornare nella !gelida! trento.
    probabilmente cmq passerò per bo a prendere libri prossimamente!

  4. floriana said, on dicembre 28, 2007 at 2:08 pm

    è stupendo il tuo muro..lo voglio anke io un muro così bello..sarebbe il mio muro delle meraviglie(citazione alquanto esplicita degli oasis):)……ciao…

  5. sarah said, on dicembre 28, 2007 at 8:32 pm

    Floriana, tu magari ti sei trovata qui per caso e da questo blog non ci passerai mai più [funziona così sul web, peggio di quando si arriva in discoteca già un bel po’ bevuti…], però io ti prendo sul serio e mi ti propongo: se abiti a Milano e hai della pazienza io ci vengo a disegnarti il muro, o anche solo uno spigolo, o anche a farti uno sgorbio sul braccio…cioè io se mi dai dello spazio qualcosa ci faccio…

  6. […] dal muro della mia stanza bolognese – per approfondimenti e parole infantili: https://kikkla.wordpress.com/2007/07/24/murato/ […]


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: