S/H

Back to Bitmap!

Posted in Senza categoria by sarah on aprile 23, 2007

 (Sai, è che a volte mi confondi…non capisco, io mi ricordo com’era all’inizio, è stato così bello l’inizio…ci incontravamo sempre vicino alla fontana all’inizio, e tu arrivavi sempre un po’ dopo di me…io ti vedevo avvicinarti da lontano e già sorridevi, sorridevi a me, agli alberi, alle lucertole, a tutti te sorridevi, e si vedeva che non aveva senso, ed era così bello che tu sorridessi senza senso…ci incontravamo e tu appena arrivato dicevi sempre una cosa carina e mi davi un bacino e poi mi prendevi per mano, mi portavi in un posto carino, eri sempre pronto a fare tutto, qualsiasi cosa ti chiedessi sembrava bellissima perchè tu la facevi senza nemmeno pensare a cosa stessi facendo…eri sempre gentile all’inizio…poi, poi non so…sei cambiato, non mi sembri neanche più la stessa persona, a volte ci sei, a volte no, ogni volta che ti chiedo di portarmi in macchina da qualche parte fai quella faccia lì, che proprio si vede che ti viene dal cuore di fare quella faccia lì, e io non lo sopporto…quando stiamo insieme sei silenzioso, neanche mi guardi quando ti parlo, stai lì solo ad aspettare quello, e si vede sai, non credere che non si veda…che io neanche lo farei, ma poi pare che sia chissà quale torto non farlo, e allora sto lì…ma anche te stai lì e basta, mi dai un bacetto così, giusto perchè ti faccio un po’ pietà forse…e poi quando vai via chi ti sente più…ti chiamo io dopo un paio di giorni, ma mai che tu ti faccia vivo…non era così una volta…non c’entra tanto l’amore, è che eri proprio una persona diversa una volta, eri una persona gentile, che si occupava della persona che ha accanto, e poi a un certo punto sei cambiato, ti interessa solo di te stesso…e io…io non capisco con chi sto, a chi sto dedicando la mia vita, i miei pensieri, il mio amore…non so più che persona sei…ma tu…tu..)

MA TU CHI SEI?

Quella in basso a destra.

sovversivo-amore-jpeg.jpg

Che sia chiaro: E’ volgare e non si addice al Blog.

Posted in Senza categoria by sarah on aprile 17, 2007

pene2modificato1.jpg

Sì, quello è il mio braccio.

No, di solito non lascio che le persone mi facciano queste cose addosso.

E’ che proprio mi piace sentire la penna che scorre sulla pelle, e non mi accorgo più di niente…e questo è il risultato.

Una volta al mare io e la Nika ci siamo disegnate a vicenda tutte le gambe…solo perchè era bello…si lo so che son cavolate che se uno non  le racconta fa anche meglio, però davvero ti ci perdi e non ti rendi conto, e ti addormenteresti lì dove sei.

Se ne sentiva la necessità di sto post? anche no.

Se ne sentiva la necessità di riempire Bologna di rotonde al posto degli incroci? decisamente no.

Quindi sono in pari col mondo. V-O-V. 

Cose di Squaspetta.

Posted in Senza categoria by sarah on aprile 9, 2007

parcodeicedri.jpg

Pomeriggio al parco dei cedri….rende l’idea anche con la fotocamerina da 1 M-pixel…

 libro1.jpg

La carta di certi libri è morbida…è proprio piacevole la carta di certi libri…sembra cotone pressato…no, sto esagerando.

E poi anche: la canzone di Neffa, quella che è nella colonna sonora dell’ultimo film di Ozpetek è bellissima. e non si discute. mi fa immaginare che tutti si mettano a ballare lenti, in coppia, facendo le giravolte come nei valzer…io passo e tutti ballano guancia-a-guancia, bello…ma bello anche senza immaginarsi tutte ste cose. è bella e basta. (talmente bella che quasi ci volevo andare a vedere il film di Ozpetek, poi mi sono ricordata che io Ozpetek proprio non lo reggo, ma proprio proprio no. e Isabella Ferrari ancora meno. quindi niente.).

E ancora: pure l’ultimo disco degli Arcade Fire è bellissimo…però bellissimo e punto perchè non ho voglia di descriverlo. che poi già il fatto che ne parlo è sufficiente, insomma non menziono tutte le cose bellissime che incontro, quando lo faccio è perchè penso che quella cosa sia facile da apprezzare per tutti…senza dover approfondire poi tanto insomma…e poi c’è anche da dire che la musica non la so giudicare.

Altro?…credo di sì, ma non mi ricordo.

Tutto il mio Sconcerto

Posted in Senza categoria by sarah on aprile 8, 2007

confronto-jpg-bitmap.jpg

Questo è un confronto fra un’immagine creata con paint e salvata in bitmap (sinistra azzurro cielo estivo di mezzogiorno) e la stessa immagine, sempre creata con paint, ma salvata in jpeg (destra grigio acqua sporca, parecchio sporca).

L’IMMAGINE E’ LA STESSA, STESSA DIMENSIONE (cioè quella dell’unità di misura base in paint, un puntino fatto con la matita per intenderci – com’è che si chiama?), STESSA FORMA E STESSO COLORE (azzurro intenso-chiamatelo-un-po’-come-vi-pare).

In pratica ho semplicemente fatto un punto e l’ho salvato in due modi diversi. E questo è il risultato.

Quindi qual’è il punto, al dilà del mio sconcerto-orrore-disappunto che, diciamocelo, all’atto pratico serve poi a poco – il punto è questo:

se disegnate con paint non salvate direttamente le immagini in jpeg, salvatele prima in bitmap e poi – per averele in jpeg e quindi poterle gestire sul web – aprite il documento con un programma per l’elaborazione delle immagini (tipo PhotoShop) e salvate di nuovo, il risultato è quello di destra, ed è anche il più vicino possibile all’originale.

(E comunque paint è fico, il mondo non lo capisce e lo ignora, ma paint è un sacco fico. ah se lo è.)

Come se questo Post non esistesse

Posted in Uncategorized by sarah on aprile 8, 2007

<a href=”http://technorati.com/claim/2fihdcnkn5” rel=”me”>Technorati Profile</a>

Quella Sera al Covo…

Posted in Senza categoria by sarah on aprile 4, 2007

city.jpg

 (che in bitmap è più bella, ma vabbè, ci si accontenta, e poi da lontano non si nota tanto la differenza.)

 

– senti?…

– eh….?

– dicevo…senti?

– …ma che dovrei sentire scusa?

– il tramonto, senti com’è gelido il tramonto?

– …il tramonto…semmai sento com’è tiepido il tramonto…

– …no…mica è tiepido…senti qua…io penso proprio che sia gelido il tramonto…

– ma ti pare? gelido…il tramonto è arancione, non puoi mica dire che è gelida una cosa arancione, che poi la gente si confonde…no, sta male, l’arancione è tiepido, se proprio vuoi una cosa gelida la devi fare azzurra, o grigia…non so…

– ma scusa, metti in Norvegia, lo avranno anche loro il tramonto, e sarà arancione anche il loro, ma mica potrà essere tiepido un tramonto norvegese…

– ho capito…ma non ha senso…”senti com’è tiepido il tramonto”, è così che dice, è così e basta, mi spieghi che c’entra la Norvegia coi tramonti torinesi?

– bè vabbè, ma anche qua…ieri io ero fuori mentre il sole tramontava, ed era così freddo,  davvero freddissimo, non so se tu lo sentivi freddo uguale, ma io proprio congelavo dentro…ieri…

– ma…non è che importa il tuo tramonto di ieri…comunque sì…era freddo, ma era bello, e arancione, e allora sentivi un po’ meno freddo…insomma, anche se l’aria era fredda, tu guardavi il vuoto sorridendo e il vuoto che guardavi era…bho…un po’ arancione e un po’ giallo, e io che ti guardavo non avevo poi tanto freddo…sembravi così tranquilla, non si sarebbe proprio detto che congelavi…

– …è che me l’ero un attimo scordato…ma poi ripensandoci…è che a volte tutto mi scivola addosso, e io credevo davvero di rimanere lì ferma a sorridere al nulla e a farmi accarezzare dall’aria…tu eri lì e…insomma…non c’era poi bisogno di molto altro…

– senti com’è tiepido il tramonto…senti come l’aria ti accarezza…e poi tu metti il caso che tutto questo cielo possa stare il una cartolina…tu con quella cartolina che ci faresti?

– …non so, anzi si che lo so…sai come faccio io ogni volta che ho qualcosa di cartaceo per le mani…comincio a strapparla dal contorno fino al cuore e alla fine mi ritrovo solo una strisciolina lunghissima che si attorciglia su se stessa…chissà perchè la faccio sempre quella cosa…proprio non me ne accorgo, non riesco proprio star ferma…

– …ma…io non so…cosa c’entra?…dio che nervoso…guarda che a volte è proprio impossibile parlare con te…dovevi solo dire che la spediresti a chi hai lasciato solo…era facile…perchè non puoi mai fare le cose come vanno fatte quando sono così facili…

– …eh…non so…davvero non lo so…ci pensavo, ma poi pensavo anche a quello che faccio per davvero…e…non so…ma poi se dicevo “se tutto questo cielo stesse in una cartolina, vorrei spedirla a chi ho lasciato solo”, poi finiva, poi era come un punto…che facevi te se io dicevo la cosa giusta?…non volevo metterci un punto io…

– …che domande del cavolo, e che ne so…come si fa a risponderti? non pensavo di dover pensare a cosa avrei fatto se tu dicevi una cosa piuttosto che un altra…contorci sempre tutto…tutto, anche le cose facilissime, tu ne fai robe incomprensibili…

– …eh…

– comunque, bho, ti avrei dato un bacio e finita lì…e poi avremmo camminato verso un punto piccolissimo al quale non si arriva mai…sai come alla fine dei film di Chaplin, per la strada, muovendoci come due pinguini…tenendoci per mano…come due pinguini…

Tutto ciò per dire solamente che quella volta, a quel concerto dei Perturbazione al Covo, Lovesong ce l’avevano in scaletta, non l’hanno aggiunta lì sul momento perchè hanno visto i due Robert Smith nel pubblico, tutto perfetto senza che nessuno pensasse a niente…Lo dico perchè magari di qua passa qualcuno che c’era a quel concerto, e magari se lo stava ancora chiedendo – era in scaletta o l’hanno aggiunta? – , e magari anche lui ogni tanto, in macchina, chiedeva al suo amico – ma secondo te, quella volta, Lovesong era in scaletta o l’hanno messa per i due Robert Smith? – …e io adesso ho la risposta: tutto perfetto senza che nessuno pensasse a niente.

(E poi anche perchè a me quella cosa del cielo che lo vorresti spedire a chi hai lasciato solo mi è sempre sembrata proprio bella. – tutto d’un fiato – ).

Guardava il Mondo da un Oblò, e si annoiava un po’…

Posted in Senza categoria by sarah on aprile 1, 2007

mancio120-modificatino.jpg

 

(Che uno pensa, quanto ci metterò a fare gli occhi di enrico, sono due foretti scuri perennemente annoiati, si farà presto insomma…e invece no…comunque bel perditempo rifare le foto delle persone tenendo come struttura di base la foto stessa…comunque dovrei perdere meno tempo.) (E comunque i miei modi di perdere il tempo mi piacciono molto, mi piacciono più di tutto il resto, che uno dice, bè grazie tante, ci mancherebbe che non ti piace…però certe volte è bene ribadire anche le cose ovvie, perchè poi può capitare che ci si scordi che sono importanti, e non va bene…e mò vado a studiare.)